mipaaf 200Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che si svolta ad Expo la conferenza stampa 'Diamo credito all'agricoltura italiana'.

Banca europea degli investimenti presenta ad Expo linea di credito dedicata a imprese agricole italiane: si tratta di 400 milioni dui euro per le imprese imprese agroalimentari italiane.

I nuovi fondi Bei saranno assegnati alle Banche convenzionate per utilizzarli a favore di progetti di sviluppo delle imprese agrolimentari italiane.

In particolare la nuova linea di credito tramite i fondi Bei è finalizzata a sostenere lo sviluppo delle piccole e medie imprese italiane dei settori agricolo, alimentare e della pesca.

Le risorse della Banca europea degli investimenti sono infatti destinate a finanziamenti alle banche, che poi erogheranno prestiti alle PMI italiane.

Gli investimenti finanziabili comprendono anche  il leasing per l'acquisto di macchinari agricoli, interventi per ampliamento delle infrastrutture e dei magazzini, il rinnovo delle linee di produzione e lo sviluppo di nuovi prodotti. La misura è già operativa. Richiedi informazioni

Logo Italia Contributi

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Richiedi una Pre-Fattibilità

 

Durante l'iniziativa la Banca Europea degli Investimenti ha presentato la linea di credito dedicata alle imprese agroalimentari per un totale di 400 milioni di euro, che potranno attivare 800 milioni di investimenti grazie alle risorse provenienti dagli istituti di credito italiani.

La Banca Europea degli Investimenti, poi in collaborazione con il Mipaafe attraverso ISMEA, avvierà a breve un ulteriore progetto dedicato ai giovani agricoltori di età compresa tra i 18 e i 40 anni, nel quale si prevede il finanziamento di piani di sviluppo di società agricole, start-up, microimprese e coltivatori diretti.
http://form.jotform.co/form/51353614856862
Durante la conferenza stampa la Bei ha già siglato il  primo accordo per rendere operativa la prima parte del programma collegata al piano di credito da 400 milioni di euro.  Di questi, infatti, 150 milioni saranno gestiti da Intesa Sanpaolo che potrà così finanziarie nei prossimi 18 mesi progetti nel settore fino a 300 milioni di euro.

Alla misura, che avrà una durata di 18 mesi, si affiancherà a breve un'ulteriore linea di credito diretta a sostenere il ricambio generazionale in agricoltura attraverso la concessione di prestiti ai giovani imprenditori.

CAMPOLIBERO

Questi finanziamenti sono aggiuntivi rispetto ai mutui a tasso zero già in vigore e regolamentati dal pal programma nazionale "Campilibero"per investimenti fino a 1,5 milioni di euro nei settori della produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli che siano promossi da operatori under 40 e anche ai finanziamenti fino 30 anni concessi da ISMEA per l'acquisto di terreni rurali destinati al primo insediamento di giovani agricoltori.

Inoltre, la BEI ha già attivato, insieme alla Commissione europea, uno strumento di garanzia per facilitare l'accesso al credito degli agricoltori, che gli Stati membri, Italia compresa, possono utilizzare nell'ambito dei Programmi di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI